Alessio Bianchini

“La Fratellanza della Fenice è per me proprio quello che dice di essere. Innanzitutto “Fratellanza”, unione di fratelli, uomini che camminano insieme nel sentiero della vita alla ricerca del proprio meglio. La forza e il sostegno del gruppo, la profonda comprensione che non ha bisogno di parole, questo ho trovato da subito nel cerchio e questo ho percepito profondamente, fisicamente, all’interno della capanna. E poi la “Fenice”, simbolo di catarsi e di rinascita, una rinascita che qui ho sentito finalmente possibile: un’occasione concreta per riconciliarsi con il proprio maschile  e riscrivere il contenuto dei proprio archetipi, così da portare guarigione e bellezza nella propria vita e nei propri rapporti. Grazie a tutti, ci rivedremo presto”. (11 Dicembre 2013)